L’importanza del video per il posizionamento SEO di un sito

Shares

Oggi ritorniamo con un guest post su un argomento che non avevo ancora mai trattato sul mio blog. L’autrice del post che segue è Giorgia Rizzoli di CommunicAnimation Video Production.

giorgia-rizzoli-guest-post

Giorgia è Laureata all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano in Nuove Tecnologie per l’Arte di arte. Amante del mondo digitale, del web e, soprattutto, di video e animazione, mi occupo principalmente di Web&Motion Design, con quel pizzico di comunicazione e marketing che non guastano mai.

Come già si evince dal titolo, oggi Giorgia ci parlerà di quanto siano importanti i video per il posizionamento SEO di un sito.

Buona lettura! 🙂

linkedin-giorgia-rizzoli facebook-giorga-rizzoli google-plus-giorgia-rizzoli

 

 


 

Con l’acquisto di Youtube, Google ha segnato definitivamente l’ingresso dei video nel mondo della SEO, aumentando, nel corso degli anni, la loro influenza all’interno delle pagine dei siti web.

Ma quanta importanza ha, davvero, la presenza di un video all’interno di un sito?

Vi è mai capitato, facendo ricerche sull’ultima sfilata di moda a Milano o su un nuovo prodotto di tendenza che vi piacerebbe acquistare, di trovare in prima pagina dei video legati ai diversi link che non puntassero solo verso YouTube?

video-nella-serp

Secondo i dati di searchmetrics.com, la presenza di un video all’interno della pagina è diventato uno dei fattori di maggiore rilevanza per la scalata alla SERP di Google e se ne prevede una crescita nei prossimi anni. È stato calcolato che un video all’interno di una pagina web rende più probabile la presenza di un sito in cima alle ricerche di Google d circa 53 volte, rendendolo un elemento essenziale e imprescindibile per la SEO.

Dopotutto, chi mastica un po’ di web, sa benissimo che il tempo di attenzione all’interno di una pagina è di circa 2,7 minuti, considerando che la durata media di uno spot televisivo passa dai 27 ai 30 secondi, immaginate quante cose si possono trasmettere e in quanti modi diversi si può catturare l’attenzione di un utente in quasi 3 minuti!

Inserire un video all’interno della propria pagina però non basta. Ci sono diversi accorgimenti che è importante seguire perché il video acquisisca valore per la SEO e possa davvero portare valore aggiunto alla propria pagina favorendone, quindi, la scalata.

Vediamoli più nel dettaglio:

L’importanza dei contenuti

Come per il web, anche nei video i contenuti sono una parte importante e uno dei metodi migliori per creare un buon contenuto video è quello di fornire la soluzione a un problema o dare nuove idee e informazioni.

qualità-contenuti-video

Esistono molti modi per generare video con contenuti di qualità. Una buona idea è alla base di tutto, ma non sempre è sufficiente per creare il giusto impatto. Spesso è necessario rivolgersi ad agenzie specializzate nella produzione video per ottenere risultati ottimali sia dal punto di vista dei contenuti che nella resa visiva del video.

 

Facilità di fruizione e condivisione

È importante che il video sia facilmente accessibile dall’utente che visiterà la tua pagina. Normalmente viene consigliato di inserirlo all’interno dell’homepage nella parte alta (così da sfruttare appieno quei famosi 2,7 minuti).

condivisione contenuti video

Per sfruttarlo al massimo, poi, è importante rendere il proprio video facilmente condivisibile, fornendo agli utenti un codice da utilizzare o, ad esempio, un tasto di condivisione diretta del video sui social network.

 

Utilizzo dei metadati

Facebook OpenGraph, Schema.org microdata, Twitter card… sono troppo spesso elementi dimenticati quando si mira a ottimizzare la propria pagina, ma diventano fondamentali per l’ottimizzazione di una pagina che presenta al suo interno un video.

Grazie ad essi, infatti, possiamo “controllare” quanto più possibile la condivisione della nostra pagina e come appare sulle pagine di ricerca di Google.

 

Trascrivere i dialoghi e i testi interni del video

Valido sopratutto per articoli di blog anziché per pagine di siti aziendali o di altro tipo, ma la trascrizione dei testi risulta un punto focale per migliorare l’indicizzazione del nostro video e, di conseguenza la SEO della nostra pagina.

La trascrizione, infatti, permette a più utenti di godersi il video appieno (pensa a chi non può sentire l’audio per un motivo, perché si trova al lavoro o ha problemi di udito) e integra parole chiave all’interno della pagina stessa.

 

YouTube o Self-Hosting?

Esistono diverse opinioni a riguardo, ma la vera soluzione risiede semplicemente nel tuo scopo: nel nostro caso è incrementare il posizionamento della nostra pagina!

Per ottenere quanto detto, è importante che il video sia presente nel proprio spazio e non caricato tramite canali terzi come YouTube, Vimeo o simili (sopratutto no YouTube!).

video-posizionamento-seo

Il motivo è piuttosto semplice, noi puntiamo alla vetta delle ricerche di Google e YouTube è di Google, quindi il motore tenderà sempre a favorire la pagina del proprio canale piuttosto che la tua pagina personale dove colleghi il tuo video. Se proprio non puoi farne a meno, però, meglio utilizzare il vecchio metodo di incorporamento tramite <embed>, questo per far sì che il video sia quantomeno raggiungibile dai crawler.

 

Crea una video sitemap

Quale modo migliore di segnalare ai motori di ricerca che la tua pagina presenta un video?

 

Permetti la condivisione del tuo video

Si, lo abbiamo già accennato, ma è meglio ribadirlo: rendere il tuo video condivisibile è indispensabile… perché la SEO di una pagina passa anche dalle condivisioni social (sempre come ci insegna searchmetrics.com).

 

Siamo giunti al termine dell’articolo, se ti l’hai trovato interessante puoi condividerlo con i tuoi amici, magari a qualcuno potrebbe interessare 😉