Vuoi crescere su Instagram? Interagisci.

Shares

In questi giorni di vacanza chi fa il mio lavoro non è mai completamente in vacanza o, meglio, sceglie di non esserlo perché il proprio pubblico sui social non si abbandona mai. Sono loro la forza, sono loro il motore che ti spinge a fare di più. Ecco perché un occhio di riguardo per te, per voi, ce l’ho sempre. Ed ecco che ho maturato una risposta alle tantissime domande che ogni giorni ricevo, tra cui la più frequente è: “Ma come faccio a crescere su Instagram?“.

Ecco, su questo argomento ho espresso il mio parere nei miei eBook su Instagram e probabilmente tu gli hai anche già letti, ma stavolta la risposta è molto più breve e “filosofica”, definiamola così. Perché secondo un ragionamento che ho fatto in questi giorni di mente rilassata, la risposta più veritiera e più funzionale è INTERAGISCI.

Instagram non è nient’altro che un social, un agglomerato di contenuti. Milioni di video, post ecc vengono pubblicati ogni giorno, numeri da capogiro, visualizzazioni, brand coinvolti, numeri finti, numeri veri: un vero è proprio mondo. Il social con la più alta percentuale di crescita e di engagement, il social che ha fatto esplodere il fenomeno dell’Influencer marketing e di tutto ciò che è nato insieme ad esso.

Instagram, però, non è solamente un social, non è solamente numeri e, come ho spesso detto, è una community di persone (reali) che va anche oltre il virtuale e (quando capita) permette di stringere anche rapporti che si costruiscono nel tempo della vita reale. (A mio avviso la cosa più bella!).

Proprio a tale proposito, alla domanda fatidica del «Come faccio a crescere su Instagram?» ora e sempre la risposta è INTERAGISCI. Proprio in maiuscolo, per farle assumere più rilevanza rispetto ad altro. Perché come avviene nella vita di tutti i giorni, per stringere relazioni sociali gli individui hanno bisogno di comunicare, hanno bisogno di parlare, di interagire. È questa la chiave di tutto.

La community degli “Igers” su Instagram è molto forte e di conseguenza gli Instagrammers più seguiti, tra di loro, si conoscono più o meno tutti, di persona o anche solo virtualmente. Questo fa sì che si crei una cerchia di persone che diventano tipo i nostri vicini di casa, i nostri dirimpettai, amici, conoscenti. Proprio come un grande paese o, se ti piace di più, una città popolata da gente che ha molte cose in comune, primo fra tutti (con più probabilità) la fotografia.

E da paese o città quale pare sia Instagram, ma forse in questo caso la metafora del paese è più attinente, quando arriva qualcuno di nuovo si nota subito, lo notano soprattutto i veterani o gli anziani di Instagram. Questa è la risposta, fatti notare. E per farti notare devi interagire. Con questo (come ho sempre detto) non voglio dire che devi diventare uno “spammatore seriale” come fanno in molti tra bot e commenti in inglese su profili italiani (ridicoli), ma semplicemente apprezzare ciò che più ti interessa, spontaneamente su IG, e fidati ci sono tantissimi profili artistici e persone che meritano.

Avrei una sfilza di nickname di persone di cui ricordo benissimo il periodo esatto in cui sono approdate su Instagram, sono state in gamba perché hanno capito da subito che l’interazione era il modo per farsi notare dalla community, far parlare, farsi ricordare. E OVVIAMENTE per poter essere ricambiati, seguiti, apprezzati di conseguenza poi c’è tutto un processo di costanza, creatività, ecc ecc che già sappiamo e conosciamo.

Tutto questo è la base della comunicazione, Instagram è un social e i social, come dice la parola stessa, hanno bisogno di socialità, di scambio con l’altro, di contatto, di parole (possibilmente di senso compiuto), di INTERAZIONE. Ecco perché se vuoi crescere devi far sapere che esisti, che ci sei anche tu. Per cui sfrutta tutti i consigli che ho racchiuso nelle mie due guide e poi ricordati di usare l’elemento principale sin da subito: interazione.

Ok, ora che te l’ho ripetuto più volte (di interagire) 😂 spero di essere stato abbastanza chiaro. Non è una sciocchezza, non è il solito consiglio. Cioè, se lo leggi superficialmente ti sembrerà sempre un brodo riscaldato, cose già dette e ridette, ma se ti fermi un attimo a riflettere vedrai che coglierai il senso.

Se ti è piaciuto l’articolo e vuoi rimanere aggiornato sui miei ultimi consigli, riflessioni, post (o chiamali come preferisci) 😉 segui il mio canale Telegram, basta cliccare sull’aeroplanino di carta che trovi sulla destra 👉🏼

 

Immagine elementi in evidenza: Freepik.com