I posti segreti di Roma (i meno turistici)

Shares

Questo è il post che parla dei posti segreti di Roma, quelli meno turistici, una risposta a chi davvero spessissimo mi scrive su Instagram Direct per chiedermi consigli su cosa vedere, dove mangiare ecc. Ovviamente ho deciso di dividere la risposta in due post differenti. In questo primo post, infatti, parlerò dei posti, quelli meno mainstream, da vedere e fotografare ma, soprattutto, da vivere.

Sono un romano adottato da più di 5 anni e per passione o per lavoro ho girato abbastanza Roma, in un lungo e in largo, e nel mio piccolo spero che questo mini post sui posti segreti di Roma possa essere d’aiuto e possa servire a tutti quelli che mi chiedono sempre (giustamente) consigli su Roma.

Non mi dilungherò, perché le risposte che ti sto per dare spero ti possano servire a stretto giro, perché significa che starai per partire per Roma, o magari semplicemente vorrai consigliare questo post a un tuo amico che sta per approdare a Roma, anche solo per un weekend 😉

Premesse:

• la maggior parte delle foto sono scattate con smartphone, perché nel momento della “scoperta” non ero provvisto di fotocamera. Quindi scusa per la qualità 🙏🏻
• l’articolo verrà aggiornato man mano che mi verranno in mente (o scoprirò) posti meno mainstream 😉

Iniziamo subito!

Quartiere Coppedè

Probabilmente se conosci un minimo Roma e la sua storia, qualcuno te ne avrà già parlato o ne avrai sicuramente sentito il nome in giro. Il quartiere Coppedè è uno dei posti più eleganti e ricchi della città. Una zona residenziale situata nei pressi del quartiere Trieste. In realtà non si tratta di un vero e proprio quartiere, ma più che altro è un insieme di edifici e palazzi dalle facciate davvero suggestive. L’entrata principale del quartiere è dal lato di via Tagliamento, da dove si può ammirare questo fantastico ponte con questa sorta di “lampadario” enorme. Di sera è qualcosa di troppo suggestivo!

 

Giardino di Palazzo Venezia

Questa volta si tratta di un posto che, secondo me, è meno conosciuto rispetto al precedente. Io personalmente l’ho scoperto pochissimo tempo fa e mi sono ritrovato a passarci per caso, in una giornata di day-off in cui non ero però provvisto di fotocamera (per cui troverai foto scattate con il mio smartphone).

Il giardino di Palazzo Venezia è praticamente un posto magico, fuori dal tempo, nel cuore della città, che dall’estate scorsa è finalmente gratuito e aperto a tutti a quanto pare, grazie a un intervento di riqualificazione costato 6 milioni. E direi che sono stati spesi bene.

 

Galleria Sciarra

Galleria Sciarra è uno di quei posti che ultimamente sta spopolando su Instagram, sempre più persone vogliono vederla e fotografarla. In realtà si tratta di un gioiellino in stile Liberty nascosto nel cuore di Roma, nelle zone limitrofe di Via del Corso, rione Trevi per intenderci.

Gli ingressi sono da Via Marco Minghetti e Piazza dell’Oratorio ed è possibile trovare il cancello aperto al pubblico negli orari di ufficio, con chiusura intorno alle 18.

 

Veduta dalla chiesa della Trinità dei Monti

Piazza di Spagna la conosciamo un po’ tutti, ed è uno dei punti cardine del turista medio, diciamo che ci sta, anche perché è un simbolo storico di Roma e anch’essa merita tutta l’attenzione possibile. Salendo la scalinata, però, si arriva su dove c’è la chiesa della Trinità dei Monti.

Ma l’elemento di cui voglio parlarti in questo caso non è la chiesa in sé (che merita sicuramente una visita interna), ma la veduta che si può ammirare da sopra la scalinata della chiesta verso il centro di Roma, come questa che vedi qui sotto in foto, e sicuramente anche più bella 😉

 

Palazzo della Civiltà Italiana (Colosseo Quadrato)

Sembrerebbe già mainstream, ma a quanto pare non tutti quelli che visitano a Roma riescono a vederlo. Si trova nella zona più moderna di Roma, cioè l’EUR, esattamente fermata metro B EUR Magliana, sono 7 minuti a piedi dal palazzo.

La struttura è un vero e proprio parallelepipedo con 4 facciate speculari e un totale di 54 archi per ognuna, ecco perché viene denominato Colosseo Quadrato. Io amo questa zona e anche se la conoscevi già, non potevo non consigliartela 😉

 

Chiesa di Santa Sabina

Una delle mie chiese preferite qui a Roma, sicuramente. Si trova sul colle Aventino, vicino al famoso Giardino degli Aranci. Una delle cose che mi affascina di più di questa chiesa è che non ha la facciata esterna. Ci si può arrivare in metro, scendendo alla fermata della metro B Circo Massimo, e proprio affianco è possibile anche vedere il famosissimo buco della serratura da cui si vede la cupola di San Pietro.

 

Murales di Tor Marancia

Esattamente nel comprensorio di Via di Tor Marancia 63 si trovato i capolavori di 20 artisti proveniente da paesi diversi, che sono stati creati in occasione del progetto Big City Life, il quale ha previsto la riqualificazione urbana, culturale e sociale avvenuta a inizio 2015.

(Scusa la mia faccia in queste due foto, ma sono riuscito a recuperare solamente queste due foto da Instagram 😜)

 

Cimitero Acattolico

Si trova nel quartiere di Testaccio, vicino a Porta San Paolo, a lato della Piramide Cestia. È anche detto cimitero inglese o il cimitero di Testaccio gergalmente. Si tratta di un cimitero fatto di statue angeliche, molto suggestive, che ti catapultano in una realtà particolare, come se fossero lì per dimostrarti che certamente c’è vita dopo la morte.

Un posto mooolto particolare, che se hai tempo ti consiglio di visitare, anche solo 10 minuti, ma merita.
(Purtroppo non ho molte foto di questo posto, ma per questo c’è anche Google 😄)

 

Piazza del Campidoglio

Sicuramente non è tra i posti meno mainstream, però merita tantissimo. Si può arrivare salendo la scalinata da Via del Teatro di Marcello e si arriva sulla piazza principale dove ci sono anche i Musei Capitolini. Addentrandosi sulla destra c’è una piccola via e si arriva in Via del Campidoglio, da dove si può avere questa vista spettacolare (foto a destra), che in molti mi hanno chiesto dov’è.

 

Piazza San Pietro (colonnato simmetrico)

Ovviamente ora mi dirai: “Ma che stai dicendo? Piazza San Pietro è super mainstream!“. E questo è vero, ma io ti voglio svelare una chicca che ho scoperto poco tempo fa grazie a un “romano de Roma”. Praticamente entrando nel cuore della Piazza, sia alla destra ché alla sinistra della fontana ci sono due cerchi per terra, sono i punti esatti in cui mettendotici sopra e guardando dritto davanti a te potrai osservare una particolarità, cioè il colonnato simmetrico, o meglio, vedrai solamente le colonne della prima fila, che nascondono completamente quelle della “seconda fila”. Come puoi vedere nella foto, che spiega meglio quello che ho provato a dirti 😂

 

Se ci sono altri posti che pensi meritino di stare in questa lista e ti va di condividerli allora scrivili nei commenti qui sotto 😊

Immagine in evidenza: Freepik.com ©