Scattare foto in notturna con smartphone | App Camera+ in regalo

Shares

Scattare con uno smartphone sta diventando sempre più frequente, per appassionati di fotografia, per chiunque, ma anche per chi della fotografia ne fa il suo lavoro. Spesso può capitare che ci troviamo in un posto e c’è una situazione che vorremmo immortalare, ma siamo sprovvisti di fotocamera professionale, per cui ci adattiamo al contesto e sfruttiamo le potenzialità del mezzo che abbiamo in quel momento, quindi il nostro smartphone.

Scattare foto in notturna con smartphone è uno di quei momenti in cui ti potresti ritrovare nella situazione appena descritta, a me personalmente è capitato più volte e più volte ho rosicato, proprio perché comunque con una fotocamera professionale il risultato è sempre migliore di uno smartphone, però poi a conti fatti preferivo e preferisco sempre portarmi a casa uno scatto fatto con smartphone piuttosto che niente proprio.

Ed è proprio per questo che oggi voglio svelarti alcuni tips su come scattare foto in notturna con smartphone. Premettendo che la qualità della fotocamera dello smartphone è un elemento imprescindibile per poter scattare foto accettabili in notturna, ma comunque faremo del nostro meglio, come sempre! 😉💪🏻

Partiamo subito con il dire che in condizioni di scarsa luminosità, quindi nel nostro caso in notturna, l’elemento che dovremmo tenere bene a bada è quello chiamato ISO (che determina la quantità di luce catturata nella foto), che ahimè all’interno delle impostazioni di base delle fotocamere degli smartphone non è presente, quindi non modificabile.

Più alto sarà il valore dell’ISO più avremo quel fastidioso “rumore” granuloso che rovinerà la nostra immagine. Ovviamente, ripeto, questo è un elemento su cui si può giocare bene su macchine professionali di un certo livello. Un altro elemento da tenere in considerazione (su smartphone) è la velocità dell’otturatore, anche questo probabilmente non lo troverai nelle impostazioni standard della fotocamera sul tuo smartphone.

(Se non conosci molto bene le basi della fotografia digitale, trovi qui un’infografica che la spiega in modo molto semplice e scherzoso).

 

Ma ora che ti ho detto tutto questo, se non trovo nulla di tutto ciò sul mio smartphone, ché me lo stai dicendo a fare?? 

Hai ragione anche tu! 😄 La risposta è semplice, ci sono delle applicazioni ad hoc, per smartphone, che permettono di giocare su questi parametri, apportando delle modifiche in manuale e quindi spostando i valori di questi elementi a seconda delle condizioni di luminosità in notturna.

 

Camera+

Un’app che ho utilizzato spesso e che utilizzo tutt’ora, quando capito in situazione di scarsa luminosità e senza fotocamera, è Camera+.

L’app purtroppo, come tutte le cose buone, è a pagamento, ma ti assicuro che ne vale la pena. Ha un costo di 3,49€ (aspetta…) ed è disponibile solo per iOS. Ma tranquillo/a perché se sei un androidiano ho già l’alternativa anche per te, ma ne parliamo dopo.

Intanto ti faccio vedere alcuni screen per farti capire le funzioni di ISO (valore a 25, quindi basso, perché in questo caso c’era molta luce)  e tempo di esposizione (indicato con 1/4000s in questo caso, per lo stesso motivo) e messa a fuoco manuale (anche se quest’ultima non è una funzione molto importante per le foto in notturna).

Con Camera+ è possibile scattare anche in RAW, avendo la possibilità di andare ad agire successivamente sui dati grezzi della foto, così facendo si ha un margine più ampio di modifica/ritocco. Un’app che supporta file RAW è Snapseed.

Ma siccome sono buono e quest’app costa 3,49€, anche se li vale tutti, io regalo qui sotto 3 codici redeem per poter scaricarla gratuitamente (su Google troverete un milione di guide su come utilizzare i codici redeem, è davvero molto semplice).

 

Il contenuto è preziosoimage/svg+xml
Condividi tramite uno dei bottoni qui sotto e sblocca il contenuto per scaricare Camera+ gratis!

 

Ci tengo a precisare che ovviamente, oltre alle app che possono aiutare a migliorare lo scatto di notte con smartphone, c’è necessariamente bisogno di stabilità nel momento in cui si scatta la foto. Non è pensabile di poter scattare una foto a mano libera, senza un supporto che tenga fisso lo smartphone, come ad esempio un mini cavalletto. Quanto più il cellulare è fermo e immobile più possiamo ottenere buoni risultati. Tra l’altro lasciando il cellulare immobile e giocando con i tempi di scatto è possibile ottenere quel simpatico effetto chiamato light painting (lunga esposizione).

 

Alternativa Android: ProShot

Su quest’app non mi dilungo, perché le funzioni sono pressoché simili. Il costo qui è inferiore, di 0,99€ e con il sistema Google Play è possibile pagarla direttamente con il credito della proprio SIM, quindi senza collegare carte di credito e conti vari.

E se non ti bastano le impostazioni prima di scattare la foto, allora puoi agire sulla foto dopo averla scattata! L’editing fotografico a volte può fare miracoli 😂 e per questo ho scritto un articolo ad hoc su un’app che valuto tremendamente la migliore nella sua totalità di funzioni, si tratta di Polarr. Ovviamente combinata sempre a Snapseed.

In ultimo, ma come dicevo all’inizio di questo articolo, la qualità della fotocamera dello smartphone per scattare foto in notturna è ovviamente un valore molto importante e posso certamente affermare, dopo aver testato vari smartphone, che io con il mio BlackBerry Keyone Black edition sono davvero soddisfatto della qualità che riescono ad avere le foto anche con scarsa luminosità.

Se non ci credi dai un’occhiata alla sezione shop del mio sito, dove troverai altre foto scattate con questo smartphone 😉 oltre quella che della basilica di San Pietro che hai trovato su.

 

Immagini in evidenza: Freepik.com