Barcellona in 3 giorni: cosa fare e cosa vedere

Shares

Barcellona 🇪🇸 è la città più calda, allegra e colorata che io abbia mai visitato! Era il 2009 la mia prima volta in cui mettevo piede in questa città, ma una seconda volta a distanza di quasi 10 anni ci stava tutta. Ed ecco che ti racconto come ho passato i miei 3 giorni a Barcellona a fine novembre. Inoltre ti dirò cosa fare e cosa vedere in questa calda città anche con 8°.

Il 28 Novembre partenza con il mio amato aeroplanino giallo di Vueling, in perfetto mood Ayellowmark ovviamente 💛✈

Siamo arrivati a destinazione anche prima, tipo in un’ora e mezzo da Roma Fiumicino a Barcellona (ecco perché amo Vueling). Ma ti dico subito qual è stata la cosa più figa (e probabilmente ti sarà anche utile): dall’aeroporto è possibile prendere la metro che ti porta direttamente in centro città, quindi senza troppo sbatti. Basta prendere la linea metro L9S (che chiude alle 21) ed è fatta (come vedi nell’immagine qui sotto è collegata alle altre linee: L8, L1, L5 e L3).

Inoltre ti consiglio vivamente di comprare l’abbonamento dei mezzi, che ha una durata oraria, per cui il conteggio delle ore parte dal momento in cui lo timbri.

Noi abbiamo preso quello da 72 ore (perfetto per il tempo che dovevamo rimanere) al costo di 20,90 €. È acquistabile direttamente in aeroporto

Se invece vuoi altre soluzioni di ore/giorni per muoverti liberamente e senza stress in città, allora questi sono gli altri tagli di abbonamento:

• Hola Bcn 48 ore (2 giorni): 14,25 €

• Hola Bcn 96 ore (4 giorni): 27,07 €

• Hola Bcn 120 ore (5 giorni): 33,25 €

Con l’abbonamento è tuuutto molto più semplice. Ti libera dallo stress ed è assolutamente necessario se vuoi muoverti in totale libertà prendendo la maggior parte dei mezzi associati.

ATTENZIONE: gli autobus notturni non sono inclusi, perché sono privati.

ORARI METRO Barcellona: chiude a mezzanotte tutti i giorni, tranne il venerdì che chiude alle 2 di notte e riapre alle 5 e il sabato è aperta tutta la notte.

DOVE ACQUISTARE l’abbonamento: è possibile acquistarlo direttamente all’interno dell’aeroporto, all’ufficio informazioni oppure più comodamente online qui (e potrai usufruire anche di uno sconto del 5%).

 

Cosa vedere e cosa fare a Barcellona

Ora è arrivato il momento più bello, quello turistico! Il motivo per cui ho amato Barcellona è che mi fa sentire a casa. Sarà perché è stata la seconda volta che ero lì, sarà il clima, ma io ogni volta mi sento a casa. Ha un senso di italianità altissimo 😍

Ah, quasi dimenticavo di parlarti dell’hotel che ci ha ospitato, Hotel Brummel, accoglienti e gentile oltre che in una posizione super centrale, vicinissima alla metro Paral-lel. Poi vabbè, lo spazio interno dove poter fare colazione come se fossi in un’altra dimensione è fantastico 😍

 

Vabbè, detto ciò, vediamo cosa possiamo vedere e fare a Barcellona in 3 giorni (nel mio caso). Partendo dalle attrazioni più mainstream a quello meno 😉

Ovviamente la prima cosa che mi viene in mente (e penso io non sia l’unico) è la Sagrada Familia, l’emblema di Barcellona. Credo non ci sia nessuno che abbia visitato Barcellona e non abbia fatto tappa fissa qui 😂

{Classic} • Quando sei a Barcelona non puoi non passare da qui. È il classico, ma che non stanca davvero mai 💚 Dopo un po’ di anni ripasso da qui e trovo questa architettura in continua mutazione, ma sempre al passo coi tempi. Grazie @visitbarcelona per averci accolto alla grande 🇪🇸 Sarà per la seconda volta qui, ma mi sento sempre un po’ a casa ✨ . . . . . . . . . . . . . . #visitbarcelona #StayandWander #ExploreMore #SearchWanderCollect #OpenMyWorld #ig_europe #IgWorldClub #Yourshotphotographer #socality #ShotAward #WellTravelled #VzcoMood #FindItLiveIt #LiveLevel #ShooterMag #Huffpostgram #IgWorldClub #WellTravelled #VzcoMood #FindItLiveIt #LiveLevel #ShooterMag #Wanderlust #igbarcelona #igersbarcelona

Un post condiviso da Marko Morciano △ (@markomorciano) in data:

Credo si tratti di una delle chiese (anche se chiamarla così è decisamente riduttivo) più belle del mondo, anzi… togliamo pure il “credo”, lo è 😍

Qui quel genio di Gaudí ha dato davvero il meglio di sé. D’altronde gran parte del merito della bellezza di questa città va a lui, simbolo indiscusso di Barcellona, insieme anche al nostro carissimo Salvador… Dalí, altro matto folle e genio 💛

Cioè, come si fa a non amare questo spettacolo che ti leva il fiato???

Ricordo che quel giorno c’era una ragazza che fu, ovviamente, ripresa per essersi sdraiata per terra a pancia in su, ammirando lo spettacolo dal punto più basso, forse per poter avere il più ampio angolo possibile per ammirarla. Sì, in effetti anche lei era una folle in estasi, ma l’ho stimata, perché l’avrei fatto anch’io 🤩

Il costo dell’ingresso alla Sagrada Familia è di 15 euro per adulti e 13 per studenti, 1 1 per pensionati e gratis per i bambini sotto gli 11 anni. Poi c’è la parte più alta a cui si può accedere pagando una quota di 35 euro. Nei giorni normali dei mesi da Aprile a Settembre gli orari di visita sono dalle 9 alle 20. Mentre per i mesi di Ottobre e Marzo alle 19 e da Novembre a Febbraio la chiusura è prevista per le 18.

Un altro posto, probabilmente super visitato anch’esso, è la Casa Batlló, che da quanto mi pare di aver capito si pronuncia tipo “Casa badliò” 😜 consiglio per i meno pratici con la lingua spagnola (che amo 😍).

Questa è la facciata con cui si presenta! Non è uno spettacolo pazzesco?? 💙🤩

{Batlló} • A Barcelona ho capito che è arrivato il momento di guardare il mondo da prospettive differenti. @casabatllo e Gaudí hanno influito molto su questo mio pensiero 💙 Grazie a @visitbarcelona per averci fatto scoprire una Barcelona viva e ricca di esperienze da fare ✨ #casabatllo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . #visitbarcelona #StayandWander #ExploreMore #SearchWanderCollect #OpenMyWorld #ig_europe #IgWorldClub #Yourshotphotographer #socality #ShotAward #WellTravelled #VzcoMood #FindItLiveIt #LiveLevel #ShooterMag #Huffpostgram #IgWorldClub #WellTravelled #VzcoMood #FindItLiveIt #LiveLevel #ShooterMag #Wanderlust #igbarcelona #igersbarcelona #architecture #beautifularchitecture

Un post condiviso da Marko Morciano △ (@markomorciano) in data:

La fermata metro più vicina, del tipo esattamente a 10 metri dalla Casa, è Passeig De Gràcia. La Casa ha una storia bellissima che ti invito a scoprire, io l’ho scoperta grazie all’esperienza in 4D (che ho avuto il piacere di vivere al Gaudí Experiència) e il costo generale per l’ingresso è di 22,50 euro con orari di visita dalle 9 alle 21 tutti i giorni.

Dentro si divide su più piani e su ognuno ti ci fermerai ogni volta perché sarai rapito dal punto di luce interno, piano dopo piano, ad osservare quelle piastrelle celesti che salendo sempre più su diventeranno più scure, per un effetto di luce stupendo.

Qui sotto alcune foto di uno dei miei compagni di viaggio, Daniele Vergari:

Un altro posto, che mi ha colpito e che non avevo ancora mai visto a Barcellona, rispetto alla mia prima visita del lontano 2009, è l’Arc De Triomf e si trova proprio a due passi dalla fermata metro che ha lo stesso nome, linea L1.

Lo volevo visitare perché amo l’architettura, e credo ne sia valsa davvero la pena. È un punto di Barcellona che secondo me viene considerato poco (opinione mia personale, spero sbagliata), ma io l’ho amato 😍 e poi stando esattamente sotto, e guardando dal lato a cui io do le spalle nella foto, c’è una prospettiva di lunghezza focale stupenda. Merita molto. Non è proprio semplice da fotografare, ma so che per fotografi e instagrammer sarà una bella sfida da cogliere 📸💪🏻

Qui sotto un’altra diapositiva dell’Arc De Triomf, questa volta dell’altro mio compagno di viaggio, David Pinto:


t

Altro giro, altra corsa, altro posto da visitare. Questa volta si tratta del Park Güell 😍 esattamente quello che vedi qui sotto, o in parte, visto che per metà lo abbiamo trovato in ristrutturazione.

Qui c’era davvero un mondo da vedere, tra cui l’amato colonnato che era sotto alla terrazza del Park:

E poi la vista dalla terrazza della casetta di marzapane:

Il costo d’ingresso del Park Güell è di 7,50 euro e si può acquistare in biglietteria facendo la fila.

Non so come  (o meglio sì, lo so 😂 e cioè mettendoci 30 minuti di orologio), ma Daniele è riuscito a scattare da una prospettiva diversa dalla mia il colonnato del Park, senza gente (ed era strapieno come non mai) 😳 ahahah genio!

“Qui è quando ho dovuto aspettare che 817372 persone si facessero la foto con la Salamandra. – “Io che abbraccio la salamandra” – “io che tocco l’acqua della salamandra” – “io che cavalco la salamandra” – “io che faccio la faccia spaventata vicino la salamandra” E io così 😒💣” . . . . . . . . . . #vueling #visitbarcelona #StayandWander #ExploreMore #SearchWanderCollect #OpenMyWorld #ig_europe #IgWorldClub #Yourshotphotographer #socality #ShotAward #WellTravelled #VzcoMood #FindItLiveIt #LiveLevel #ShooterMag #Huffpostgram #IgWorldClub #WellTravelled #VzcoMood #FindItLiveIt #LiveLevel #ShooterMag #Wanderlust #igbarcelona #igersbarcelona #architecture #archilovers

Un post condiviso da Instagram | Daniele (@daniele.vergari) in data:

Oltre a i posti finora elencati, c’è anche il Museo Nacional d’Art De Catalunya. Credo sia stata l’ultimo spettacolo visitato prima di riprendere l’aereo di ritorno. Anche qui ne è valsa davvero la pena. Felicissimo di averlo visitato.

Il costo d’ingresso è di 12 euro e gli orari sono dal martedì al sabato dalle 10 alle 18 da Ottobre ad Aprile e dalle 10 alle 20 da Maggio a Settembre. La domenica dalle 10 alle 15. I minori di 16 anni e i maggiori di 65 non pagano.

Oltre a visitare l’intero del Museo, con mostre dedicate, c’è la parte più alta, la terrazza da cui è possibile vedere praticamente tutta la città di Barcellona. Tipo questa vista qui:

Sono ancora molte le cose che si possono visitare a Barcellona. È una città ricca di arte, moderna e contemporanea, ma anche di tanta storia e cultura che trasuda da alcuni vicoletti, come nel quartiere gotico. Dove è situata anche la Catedral De Barcelona:

E i vicoletti stupendi che ti fanno sentire in Italia, più esattamente un mix di sensazioni che per chi conosce Napoli e la ama non può far a meno di pensare ai così detti Quartieri Spagnoli, tipo questi:

E poi la parte più moderna, tipo il MACBA – Museo di Arte Contemporanea di Barcellona:

O ancora il cortile interno de l’Institut d’Estudis Catalans, che ci hanno fatto visitare fermandoci al cortile interno, perché non è accessibile internamente a turisti. Altrimenti sai che bordello 😂

Insomma… Mi sono dilungato come mio solito e ho scritto davvero tanto, ma Barcellona in 3 giorni non può essere raccontata in due righe. Quindi, se sei arrivato/a fin qui, ti dedico un grande GRAZIE per la pazienza e spero ti sia piaciuto e ti sia utile per la tua prossima o prima volta a Barcellona 🇪🇸

Se hai bisogno di qualsiasi altro consiglio, anche su alcuni posti dove mangiare chiedi pure oppure scrivi nei commenti qui sotto e sarò felice di aiutarti con qualche utile consiglio 😉

Un ringraziamento speciale va a Visit Barcelona che ci ha permesso di accedere a tantissime strutture grazie alla Press Card.

Elementi immagine in evidenza: Freepik.com