Come creare un blog di successo con alcuni semplici passi

Shares

Probabilmente già dal titolo ti chiederai come sia possibile creare un blog di successo seguendo semplicemente dei punti in un post. Bene, scopriamolo insieme.

Sappiamo che l’attività di blogging richiede un percorso adeguato e tanta costanza. Sono molti i nuovi blog che nascono ogni giorno, e tanti di questi dopo un breve periodo tendono a chiudere per carenza di visitatori. Ovviamente spero che non sia il nostro caso.

Come ho scritto in uno dei miei precedenti post, l’ingrediente essenziale è la passione, tanta, insieme alla determinazione e costanza, che dovrebbero andare sempre “a braccetto”.

Uno dei primi pensieri che sovviene nella mente del neo blogger è l’incertezza di come proseguire. Dopo aver scelto il tema (o i temi) da trattare, l’hosting e la grafica più accattivante è il momento di chiedersi come raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti.

 

1Il primo elemento da tenere in considerazione (dopo la passione) sono le persone. Al tempo stesso fulcro e motore della nostra attività. Senza di esse potremmo anche tornare a scrivere sul vecchio diario segreto (per chi ne avesse mai avuto uno).

Conoscere bene il proprio target è il primo passo da compiere verso il successo. Ci sono molti tool che permettono di monitorare l’attività delle visite sul proprio blog, il più utilizzato è sicuramente Google Analytics.

 

2Imparare a utilizzare Analytics. Questo fantastico tool rappresenta una risorsa vitale per chi vuole costruire autorevolezza e una buona reputazione.

Ti spiego brevemente perché.

Il sistema monitora il flusso di visitatori sul tuo blog, fornendoti una vasta gamma di servizi necessari a conoscere bene quale sarà la tua potenziale nicchia (poche persone, ma interessate a leggere ciò che scrivi).

Ad esempio è possibile conoscere l’età, gli interessi, il paese di provenienza, il sistema operativo utilizzato attraverso cui accedono al tuo blog, ecc. Inoltre ti fornisce dati riguardo i visitatori unici e di ritorno: i primi sono quelli da tenere più a stretto giro, poiché solo fidelizzandoli diventeranno i ‘secondi’, cioè coloro che ritorneranno sul tuo blog. Questi ultimi saranno la prova che i tuoi contenuti sono interessanti e che stai facendo bene il tuo lavoro, sono la linfa vitale.

 

3Per riuscire a incrementare il numero di visitatori sul tuo blog, è necessario svolgere alcune attività importanti, scopriamo quali sono.

puntoDa buon blogger e comunicatore utilizzerai i social media per evangelizzare (anche) i tuoi contenuti, condividendoli sui tuoi canali social (Facebook, Twitter, Google + e chi più ne ha più ne metta) e nelle varie community online che trattano i tuoi stessi argomenti. (Ricordati di non esagerare però! Altrimenti il mondo avrebbe solamente uno “spammatore” in più).

puntoInteragisci con altre persone dello stesso settore. Commenta altri blog e prendi spunto da chi ci ha saputo fare prima di te (ovviamente non copiando i contenuti).

puntoRispondi a tutti i commenti, soprattutto quelli negativi.

punto“Sorridi” e cerca di essere sempre cortese ed educato (anche se a volte… pazienza, tanta).

puntoCerca di trovare il mondo per tenere il lettore attaccato allo schermo. Mentre legge i tuoi contenuti deve dimenticarsi del mondo intero (ok, forse sto esagerando). Il tempo medio della durata di ogni sessione di pagina è importante e contribuisce all’ottimizzazione del blog.

 

4Non tempestare il blog come se fosse uno spazio pubblicitario. Creeresti solo inquinamento visivo e l’utente potrebbe vederlo negativamente.

Se vuoi guadagnare con il tuo blog, prima di tutto non devi pensare assiduamente a “come guadagnare con un blog”. Datti tempo e aspetta che i frutti sboccino senza rendertene conto. Le cose si fanno con calma, nessuno è diventato qualcuno in un giorno.

Quindi se dopo il primo post che pubblicherai vedrai che nessuno ha commentato, che il numero di visite non supera i 30 e hai riscontrato poco interesse, ok. La prossima volta cerca di capire perché. Probabilmente non era così interessante il tuo contenuto? Oppure hai sbagliato qualcosa? O ancora non l’hai condiviso con le persone giuste? Cerca di rispondere a queste domande e non demoralizzarti. Il prossimo andrà meglio perché imparerai dagli “errori” del primo. È così che si fa.

 

5Leggi, ricerca, informati, documentati. Utilizza ogni mezzo d’informazione per rimanere sempre aggiornato. Internet è il principale mezzo di comunicazione e informazione, ma non è l’unico, ci sono tanti altri media digitali e tradizionali da cui puoi attingere. Anche l’analisi documentale su riviste, giornali, televisione e, soprattutto, libri ed eBook.

Ti consiglio alcune letture di blog che potrebbero interessarti:

puntoBlog di Cinzia Di Martino

puntoBlog di Dario Vignali

puntoBlog di Alessandro Pozzetti (APclick.it)

 

6Ricordati che le tue passioni puoi farle vivere anche offline.

Ci sono tantissimi eventi di marketing e social in tutto il mondo. Anche in Italia sono presenti moltissimi eventi che permettono di conoscere gente con le tue stesse passioni, trattare argomenti validi e interessanti, scambiarsi opinioni e contatti e crearsi una cerchia da trasporre poi nell’online. Questo ti permetterà di avere feedback che vanno oltre uno schermo.

Spero che tu sia arrivato a questo punto della lettura e che abbia apprezzato i miei consigli. Questi sono sono alcuni dei passi fondamentali da compiere verso la costruzione di un blog autorevole.

Ma ricorda sempre una cosa importantissima (forse sarò ripetitivo, ma è necessario che tu lo fissi bene in mente): le persone (come tu per me), quindi i tuoi potenziali lettori, sono il motore del tuo blog.

Quindi impara a cercarle, fatti trovare, coltivale, soddisfale e vedrai che te ne saranno riconoscenti e non vedranno l’ora di leggere i prossimi contenuti del tuo blog.

Spero di aver fatto qualcosa di utile per te. Se ti va contribuisci e condividi con me il tuo pensiero scrivendolo in un commento qui sotto. Magari posso conoscere nuovi consigli e apprendere qualcosa anch’io da te! Non si finisce mai d’imparare. (:

Enjoy! 😉