Come guadagnare con un blog puntando alla qualità

Da quando ho rivoluzionato il mio blog, come forse già saprai, ho ricevuto tante domande, ma una si faceva spazio tra tutte ed è stata la domanda più richiesta, la fatidica: “Ma come guadagni con il tuo blog?“.

In questo post voglio darti la mia risposta, che ha varie sfaccettature. Sicuramente avrai letto tantissimi post su come guadagnare online, attraverso i social network o con un blog, ma se sei qui vorrà dire che vuoi scoprire nuovi modi per guadagnare e, soprattutto, affinare alcune tecniche.

Spero di fornirti una guida utile per migliorare la tua attività online e cominciare a guadagnare con le tue passioni.

Che cosa significa guadagnare?

Iniziamo col dire subito che il termine guadagnare ha una valenza polisemantica, detto in altri termine, può avere vari significati. Da alcune definizioni del dizionario italiano Sabatini Coletti alla voce guadagnare troviamo:

punto-b Ricevere remunerazione del proprio lavoro: guadagnare un sacco di soldi;

punto-b Ottenere qualcosa come riconoscimento del proprio impegno, delle proprie qualità: g. la fiducia di qlcu. | g. la meta, la vetta, raggiungere un traguardo

punto-b Con valore intensivo, ottenere qlco. quale profitto dei propri sforzi e del proprio impegno | g. da vivere, ottenere il denaro necessario per vivere.

Come possiamo notare, non sempre per guadagnare si intende un valore economico, materiale, come ad esempio il denaro (anche detti gergalmente euri). Si parla anche di guadagnare elementi a volte più importanti come la visibilità, il successo professionale, la fiducia di qualcuno ecc.

Tipologie di guadagno con il tuo blog

Arrivando al dunque, vorrai sapere effettivamente come si guadagna, magari poco t’importa del significato della parola, quindi hai ragione.

Passiamo alla concretezza. Entrambi conosciamo le potenzialità che offre oggi il web. L’importante è saperle conoscere e sfruttare.

Sappiamo che un blog può portare tanti visitatori (qui trovi alcuni consigli per un blog di successo), e potremmo sfruttarlo come vetrina per vendere i nostri prodotti, far conoscere quello che facciamo ecc.

Cercherò di elencarti brevemente quali sono le tipologie più diffuse per guadagnare online, fornendoti alcuni esempi praticiconsigli 😉

Guadagno indiretto

1-bUno dei primi modi che ti elencherò è il guadagno indiretto. Con questa tipologia mi riferisco alla diffusione delle proprie capacità e competenze.

Per farla breve ti faccio un esempio concreto: se tu sai utilizzare bene e conosci i social, sei un genio del marketing, ti piace scrivere e sei un appassionato in questo settore potresti utilizzare il blog come strumento per farti conoscere e successivamente proporti alle aziende per eventuali collaborazioni retribuite.

Lo stesso potresti fare se sei un grafico, un fotografo, un cake designer, un cuoco e qualsiasi altra attività. Quindi utilizzare il blog come vetrina per farti conoscere e attrarre nuovi potenziali clienti (che probabilmente vorranno commissionarti un lavoro).

Un consiglio che posso darti è di non arrenderti, perché l’inizio è duro, ma se vali si vedranno i risultati. Fatti cercare, ma ricorda che non tutto il mondo è costantemente sul web. Quindi se le aziende non ti trovano, fatti trovare, contattale e presenta il tuo lavoro.

Affiliate Marketing

2-bEsistono poi innumerevoli possibilità grazie all’affiliate marketing, si tratta di una tecnica che permette di guadagnare vendendo prodotti di altri siti (e-commerce, o altri siti di vendita online).

Andiamo con l’esempio concreto: Amazon è il numero uno nell’e-commerce, offre innumerevoli beni di largo consumo, dai libri, al vestiario, calzature, accessori di moda, elettronica ecc. Io personalmente l’ho aggiunto da qualche giorno al mio blog. Il guadagno funziona su commissione. Quando un utente/visitatore acquisterà un prodotto su Amazon passando dal tuo link d’affiliazione, riceverai una percentuale sul prezzo del prodotto acquistato.

Ovviamente sono tanti i siti che offrono questa tipologia di guadagno. Con Amazon è anche possibile personalizzare il link inserendo l’immagine del prodotto e modificando il colore del testo, adattandolo alla grafica del proprio blog per non staccare troppo con i contenuti al suo interno.

Un consiglio: vendi prodotti che siano attinenti alla tua attività, agli argomenti che tratti nel tuo blog. Per intenderci se scrivi di tecnologia non puoi vendere prodotti per il giardinaggio 😉

Google AdSense (pay per click) 

3-bUn sistema di guadagno molto diffuso e funzionale è Google AdSense. Grazie ai banner di Google che sicuramente avrai visto (sono quasi ovunque) è possibile guadagnare per ogni click che l’utente effettua sulla campagna banner esposta nel nostro blog.

Esempio pratico: io posseggo un blog di tecnologia mobile (cellulartopic.com) in cui sono presenti gli annunci di AdSense. Ogni volta che un utente clicca sul banner ricevo un tot di centesimi di euro che possono variare da 0,02€ fino a 0,080€ dipende da quanto offre l’azienda che effettua la campagna pubblicitaria attraverso Google AdWords. Questo tipo di sistema si chiama pay per click e Google non è l’unico a farlo.

Ci sono molti altri siti che offrono questo servizio in cambio della pubblicità fatta alle aziende che si rivolgano a loro. È uno dei sistemi con maggiore retribuzione. Ovviamente non puoi aspettarti di guadagnare milioni sia perché la gente ormai è restia a cliccare sulle pubblicità (conoscendone la funzione), sia perché bisogna raggiungere un numero elevato di visitatori per vedere qualche centinaio di euro muoversi (e io te lo auguro).

Un consiglio che posso darti per questa tipologia di guadagno è di personalizzare i banner delle campagne (possibilità che offre AdSense) scegliendo un colore del testo che sia simile alla grafica del tuo blog. Non tappezzarlo di banner: il tuo lettore potrebbe scappare ancora prima di leggere i tuoi contenuti. Proprio perché spesso i siti pieni di pubblicità e overlay possono risultare poco seri e fastidiosi. Qui trovi altri consigli su come migliorare il tuo blog.

Piattaforme che offrono ricompense e retribuzione

4-bUn’ultima considerazione (e non meno importante) va a quelle piattaforme che stanno emergendo negli ultimi tempi. Parlo in particolar modo di Buzzoole e AdMingle.

Per quanto riguarda Buzzoole è una piattaforma che aiuta a gestire l’influenza degli utenti sui propri canali social.

AdMingle è un nuovo strumento di pubblicità, che permette ai publisher e agli advertiser di sfruttare le potenzialità dei social.

Queste due piattaforme possono portare ottimi risultati inserendo dei post ad hoc sul tuo blog e permettendoti grandi opportunità. Qui trovi un articolo completo che descrive nel dettaglio il funzionamento.

Un ultimo consiglio prima di concludere, non avere come priorità assoluta il guadagno, goditi la tua passione e falla crescere giorno per giorno. I frutti arriveranno 🙂

 

Questo è tutto. Ci sarebbe da aprire una bella discussione sui vari modi di guadagnare online. Sicuramente ci sono tanti altri metodi per farlo e che potrebbero fruttare maggiormente.

Sono molto curioso di conoscere i tuoi e di sapere cosa ne pensi di questo post. Se ti va fammelo sapere con un commento qua giù e condividi il post per far conoscere i metodi di guadagno ai tuoi amici e far girare l’economia 😀