I migliori posti dove mangiare a Roma | Lista in aggiornamento

Shares

Come avevo annunciato in un articolo precedente, giorni fa, quello sui posti segreti di Roma, stavolta ti parlerò invece dei migliori posti dove mangiare a Roma, sempre per rispondere alle tantissime domande che mi arrivano ogni giorno su Instagram, in cui mi vengono chiesti posti in cui mangiare. Ed ecco qui la lista servita 😜

Ovviamente questa lista non è legge, e si sa che sul cibo noi italiani siamo mooolto esigenti. Ognuno però ha i suoi gusti, questo è risaputo. Ergo… questa è la mia lista (secondo me) dei posti migliori dove io personalmente ho mangiato a Roma.

Io sono di buona forchetta e per me il cibo è uno dei piaceri imprescindibili della vita 🍕. Mi piace mangiare, mi piace farlo bene e soprattutto mi piace emozionarmi e assaporare ricordi tramite il cibo. Ho il gusto molto sviluppato, ma quando si parla di mangiare secondo me i sensi coinvolti sono proprio tutti, non solo quello trasmesso dal palato. Per questo motivo in questa lista ti descriverò brevemente alcuni tra i posti di Roma che io reputi migliori per andare a trascorrere del tempo in compagnia o anche da soli per mangiare dell’ottimo cibo (non necessariamente tipico).

Ora basta convenevoli e perdite di tempo 😜 e passiamo subito al nocciolo di questo articolo, e cioè presentiamo subito i migliori posti di Roma dove mangiare (premetto che la lista probabilmente si aggiornerà man mano che scoprirò posti nuovi che reputerò validi di essere qui presenti 😌 e l’ordine è casuale).

 

Poggio le volpi – Wine e food

Poggio le volpi è un posto fuori dal contesto urbano, fuori dal caos metropolitano, dove è possibile acquietare gli animi con bel pranzo del weekend o anche durante la settimana (perché no?).

Si trova in zona Castelli, qui a Roma ovviamente, esattamente in Via di Fontana Candida, 3, 00078 Monte Porzio Catone. In una distesa grandissima si colloca il ristorante, sue due piani, davvero molto molto grande il piano inferiore, che puoi vedere nella seconda foto (non quella dell’oblò 😜).

Ovviamente inutile dirti che i piatti sono raffinati e originali. Ho conosciuto personalmente lo chef e si vede che è uno di quelli che vivono per la propria passione, cioè la cucina. Si riconosce da ogni piatto la sua passione. Nelle foto di seguito ci sono un po’ di piatti che ho avuto l’onore di provare, inutile dire che non saprei scegliere qual è il mio preferito, però sicuramente la tartar di branzino con avocado e bottarga è una cosa paradisiaca.

Potrei continuare con la pasta e patate con i gamberi, che emana il sapore del mare già al primo boccone; e ancora la fiorentina che si scioglie in bocca, ecc ecc. Insomma io garantisco che Poggio le volpi non delude! Poi non dire che non te l’ho detto 😌

 

 

Ti lascio con l’ultimo pranzo in occasione di Epos 2.0.

 

Flora Restaurant

Il Flora Restaurant è una delle nuove perline di Roma, esattamente della romantica Via Veneto di Roma. Il ristorante ha una vita a sé, ma fa parte dell’Hotel Eden Flora in Via Vittorio Veneto 191. In un ambiente molto particolare e accogliente. Anche qui lo chef si è presentato dopo averci conquistato tutti.

Una cucina dal menù raffinato e gourmet, che però conquista tutti i palati, anche quelli più predisposti a un altro genere di cucina, per intenderci quella più generosa, per dirlo in parole più carine 😂

I piatti che vedi nelle foto di seguito sono quelli della serata d’inaugurazione che si è tenuta lo scorso 12 Ottobre. Quindi ho avuto l’onore di scoprire il menù in anteprima. Che dire? Anche qui la classe diventa cibo.

 

 

Pantaleo

Pantaleo (un luogo uguale a nessuno) 😎 un nuovissimo locale nel cuore di Roma, tra Piazza Navona e Campo de’ Fiori, esattamente in piazza di San Pantaleo. Pantaleo vuole far rivivere lo spirito di convivialità e condivisione. Infatti il locale, che si divide in tre piani, nel piano 0 diciamo, quello d’ingresso è adibito con un grande tavolo in cui ci si può tranquillamente passare del tempo e scambiare 4 chiacchiere con amici.

Oppure si può sempre scegliere la “formula” della festa nel piano inferiore o ancora dell’intimità nel piano superiore, abitato da splendide poltrone che ti trasporteranno sicuramente in un’atmosfera di piacevole tepore.

Sul cibo c’è poco da aggiungere visto che le foto dei piatti penso parlino da soli. Le pietanze vengono servite su piatti da cui i commensali possono poi attingere, in totale spirito di condivisione, oppure su richiesta ovviamente ognuno può avere il suo piatto preferito tutto per sé.

Tra i piatti che ho assaggiato sicuramente le tartar di pesce mi hanno colpito, e da buon salentino quale sono non potevo non innamorarmi della maionese fatta di ricci 😍 un sapore che ha fatto riemergere un insieme di ricordi indimenticabili della mia terra! Fantastico.

 

Anni 50

Di Anni 50 non ho diapositive, né di piatti, né del locale. Il motivo è semplice: per me è la pizza più buona di Roma e quindi non ho avuto modo di fotografarla perché appena arrivata a tavola la squisitezza già a vista non mi ha permesso di farlo!

Se ami la pizza napoletana, e sottolineo napoletana, loro a Roma sono davvero tra i migliori in assoluto. Anni 50 si trova in Via Flavia 3, ed è un ristorante molto molto semplice, col personale molto simpatico, tipicamente napoletano.

Ci sono stato più e più volte e non sono mai stato deluso, lo consiglio molto onestamente per la pizza. Il resto non l’ho mai assaggiato, ma già dalla pizza si evince che anche il resto non sarà da meno.

 

Bell

Bell è il classico locale che potresti non aspettarti! Un posto enorme, che richiama alla storia, infatti all’interno del locale è custodita una campana storica, che è stata incastonata nell’atmosfera del locale quasi come se fosse stata messa lì appositamente.

Qui da Bell è possibile ordinare un aperitivo in cui ci sono varie pietanze, come nella foto. Oppure ovviamente alla carta, tra polpo, hambuger di salmone o di carne. La qualità delle materie prime è ottima è si evince giù dall’entrata del locale, dove i cuochi sono a vista.

Il posto è davvero grande ed è sicuramente adatto per andare in comitiva anche di 100 persone 😂 oppure anche in totale intimità. Infatti ci sono varie sale più piccole e private.

Bell si trova in Via Chiana, 80-86.

 

Akira

Akira, ooooh Akira 😍. Vabbè diciamo che con Akira è stato amore al primo ramen! Se non l’hai mai assaggiato DEVI assolutamente rimediare. E non ti fidare di chi ti dice che il ramen è perfetto per l’inverno soltanto, NO. Infatti la mia prima volta è stata a Luglio scorso 😂 e anche se fuori c’erano 80 gradi all’ombra, di sera il ramen è sempre un’emozione a cui non mi sottrarrei mai.

Akira ha inaugurato da poco tempo il suo terzo ristorante al mercato centrale, alla stazione Termini. Il primo a Ostiense in Via Ostiense, 73F e il secondo (quello della mia scoperta) in Piazza Bologna, 8/9.

Il mio preferito ovviamente è quello con doppia carne e doppio uovo, e doppio tutto 😍 da amante delle cucine orientali, non potevo non parlarti di questo posto! La pasta fatta in casa che si lega perfettamente con il brodo a lunghissima cottura. Una tradizione che passa attraverso ogni singolo spaghetto.

E poi vabbè, per non farci mancare nulla, il Mochi Ice 😍 una delle cose dolci più buone che io abbia mai assaggiato in vita mia.

 

Clotilde

Clotilde è già casa. Così accogliente solo nel pronunciare il nome di questo posto nel cuore di Roma, esattamente in Piazza Cardelli 5A, 5B.

Un posto in cui non puoi non assaggiare la carbonara fatta dallo chef (colui che mi ha svelato i segreti della carbonara) 😜

Da Clotilde troviamo un’ampia scelta di piatti realizzati con un uso delle materie prime direttamente del territorio laziale.

Filodolio

L’originalità di Filodolio che fonda la sua forza sull’olio. L’olio, elemento imprescindibile in cucina, che spesso viene anche dimenticato o dato per scontato, ma il proprietario di casa di Filodolio ha saputo come dargli vera importanza.

Situato in Via Tripolitania, 147, Filodolio è un posto davvero confortevole e che ti fa sentire un po’ a casa. Suddiviso su due piani differenti, con chef rigorosamente napoletano, sicuramente è il luogo che se scoprirai una volta non te lo scorderai facilmente. Cura nei minimi dettagli, sia per quanto riguarda il design e l’arredo, ma soprattutto nei piatti. Originalità e sapori. Semplice, ma ricercato.

Angelina a Trevi

Se sei in giro turistico, non puoi non fare una sosta (che sia veloce o lentamente piacevole) da Angelina a Trevi, in Via Poli, 27. Come già si può intuire dal nome, la tappa fissa a Fontana di Trevi la fa ogni turista che si rispetta, per cui da qui ci devi passare 😂

Un posto dal design mooolto figo, con un servizio di buffet per pranzo, ma con grandi piatti. Ovviamente a scelta è possibile ordinare anche alla carta, ma io ti consiglio il buffet! Quello per cui è concesso perdere la dignità 😂


 

Flower Burger

In Via dei Gracchi, 87 puoi trovare il paradiso per i vegani, e non solo. Aggiungo “non solo” perché io non sono vegano, anzi, ma da Flowers Burger non puoi non innamorarti degli hamburger che ti fanno quasi diventare vegano ahaha 😂

Sempre avanti, sempre originali. In un posticino piccolo, ma dal contesto molto street food sicuramente non poteva mancare in questa lista. Una cosa più easy, ma sempre mooolto soddisfacente. Poi una proposta rigorosamente vegan era d’obbligo 😌

Io amo questo posto e mi ci rivedo molto. Sì, perché io spesso mi riconosco in quello che mangio. Com’era la frase: “Siamo quello che mangiamo no?“, ecco io non sono proprio un hamburger, non ancora almeno 🍔

Immagine in evidenza: Freepik.com