Quando pubblicare su Instagram

Shares

Una delle famigerate domande che in questi anni mi hanno posto più frequentemente è “Quando pubblicare su Instagram?“. La risposta ovviamente non ce l’ha nessuno, o meglio nessuno ha la certezza. Quindi diffidate da chi pensa o vuole far credervi di avere il lampo di genio o la sfera magica da sapere quando bisogna pubblicare su Instagram. Nessuno lo sa!

Più volte ho parlato di Instagram in generale sul mio blog, e nei miei eBook relativi a questo argomento ne ho parlato forse troppo poco, ecco perché oggi voglio sfatare il mito dell’orario perfetto, o quasi 😄

Partiamo col dire che ho sperimentato vari orari nel giro di 4 anni a questa parte. [E sì, sono già passati 4 anni da quando ho iniziato a utilizzare Instagram seriamente.] E devo riconoscere che la miglior soluzione per scoprire quando è il momento migliore di postare su Instagram è sperimentare!

Probabilmente avrai cercato almeno una volta sul web “Quando pubblicare su Instagram” e avrai trovato molte guide e molte tesi a proposito. La mia è un po’ differente, perché non credo ci sia una legge sugli orari precisi, quello che però ti consiglio vivamente e di sperimentare!

 

Algoritmo di Instagram

Da quando è cambiato l’algoritmo di Instagram non si è più capito nulla. Ho ricevuto centinaia di messaggi, da allora, di persone che mi chiedono costantemente “Cosa devo fare per migliorare l’engagement?“, provando di tutto, soprattutto l’iscrizione ai gruppi Telegram o WhatsApp in cui più persone sono tenute a commentare e “laikare” tutte le foto dei partecipanti. (Per carità non trovo nulla di male in questi gruppi, se sono con lo scopo di conoscere e condividere, ma io ammiro chi riesce a trovare il tempo ogni volta di commentare le foto di tutti i membri). Ma questo è un altro discorso… Scusa se ogni tanto divago 😄

Con il cambio dell’algoritmo è successo che l’ordine dei post che ci appariva nel feed non è più come una volta, non è più cronologico, ma va a seconda di alcuni criteri che sono legati alla relazione che ogni nostro account ha con altri followings e anche sicuramente alla popolarità e l’effetto che può avere un post su Instagram.

Ciò ha comportato il calo di interazioni dei post di molti account anche molto seguiti, per cui c’è chi si è buttato disperatamente sull’uso di bot (sistemi automatizzati), chi ancora ha scelto la via più facile e cioè comprando followers e like come se non ci fosse un domani e chi invece cerca ancora delle soluzioni perché non si dà per vinto.

Niente di tutto ciò può aiutarti nell’onestà e nell’autorevolezza del tuo profilo social (ammesso che tu voglia rimanere onesto), per cui quello che posso consigliarti è di sperimentare sempre, e cioè provare a pubblicare in varie fasce di orario giornaliere.

 

Aspetta! Magari può essere interessante far leggere questo articolo ai tuoi amici no? 🙃
Prima di continuare condividilo sui tuoi social:

Shares

 

Quando pubblicare su Instagram

Dunque, visto che ti parlo di esperimenti, non posso che parlarti di quelli che ho fatto io in questi 4 anni. In realtà non sono tantissimi, cioè inizialmente ho sempre provato a pubblicare intorno alle 14, più esattamente alle 13:40. Era un po’ come un rito ed ero entrato in una sorta di circolo da cui non ne sapevo uscire. Non chiedermi perché, ma alle 13:40 dei giorni feriali io dovevo pubblicare. Minuto più, minuto meno. Per i giorni festivi potevo anche prendermela più comoda.

Col tempo ho capito che forse mi stavo fossilizzando, perché spesso siamo un po’ vittime dell’abitudine, che tende sempre a non farci rendere conto delle cose che facciamo quotidianamente, del perché, della routine. Insomma, filosofie varie a parte, dopo i vari tentativi di pubblicazione intorno all’ora di pranzo, in cui magari c’è chi “spippola” su Instagram durante la pausa pranzo, chi comunque prende un attimo di pausa per il caffè, ho deciso che provare nuovi orari di pubblicazione su Instagram sarebbe stata la soluzione giusta.

Così ho iniziato a pubblicare anche intorno alle 20:45 di sera, sempre spaccando il minuto, più o meno. Era diventato come un nuovo rito. Inizialmente poi, pubblicando 2-3 foto al giorno, era difficile trovare sempre delle foto da pubblicare, raccontare e piazzare in modo esteticamente piacevole nel mio feed.

Pubblicando di sera ho notato che prendevo una fetta di pubblico che con la foto del giorno non prendevo, probabilmente molti followers stranieri che hanno il fuso orario. Per cui ho passato dei periodi a pubblicare alternando. Ho anche pubblicato per un breve periodo alle 8:30 di mattina, quando lavoravo in alcune agenzie da dipendente. In quel caso prendevo ancora un’altra fetta di target, sicuramente quello mattiniero, gente che magari mentre era sul tragitto verso il lavoro si guardava un po’ il feed Instagram, ecc. I like e i commenti inizialmente erano inferiori rispetto a quanti ne arrivavano nei primi minuti con gli altri orari (in cui probabilmente il mio pubblico era più attivo), però nel lungo periodo la pubblicazione alle 8:30 di mattina portava i suoi benefici.

 

Conclusioni

Per concludere questo post, voglio dirti, e forse sarò ripetitivo, ma lo faccio ugualmente per farti capire che gli orari di pubblicazioni su Instagram non saranno di certo l’elemento chiave del successo, ma sono sicuro che fanno il loro buon gioco nel processo di interazione dei post.

Con l’arrivo del nuovo algoritmo di Instagram moltissime cose sono cambiate, non è ancora sicuro che un post vada nei popolari perché riceve molti like e commenti subito appena pubblicato, perché secondo me sono calcolati altri fattori, a noi sconosciuti.

Ciò che posso consigliarti è sicuramente di pubblicare in varie fasce di orario per un lungo periodo e di raccogliere più dati possibili da te, manualmente, senza affidarti a software o applicazioni, perché secondo me non sono mai attendibili. A tal proposito, soprattutto le statistiche e gli insights di Instagram relativi agli orari migliori di pubblicazione li trovo completamente inutili, poiché si basano sugli orari in cui noi pubblichiamo più spesso, quindi è ovvio che nel grafico risulti con efficacia maggiore l’orario più frequente in cui noi pubblichiamo.

Ad esempio: ovvio che se io pubblico ogni giorno un post alle 21:00 (orario in cui da un po’ di mesi sto pubblicando) nel grafico apparirà più alta la barra delle 21. Ma va? Perché Instagram prende i dati da lì, cioè basandosi sulle tue pubblicazioni.

Forse questo può essere un po’ più attendibile per i giorni, e cioè se pubblichiamo un post ogni giorno della settimana allo stesso orario, ogni giorno ha la stessa valenza, per cui se nel grafico c’è un giorno in cui la barra è più alta rispetto agli altri, in questo caso potrebbe avere un senso, perché le statistiche si basano su dati uguali e costanti ogni giorno. Per gli orari non è così, perché ci sono 24 ore in un giorno, ciò significa che per avere delle statistiche attendibili noi dovremmo pubblicare 24 foto, una ogni ora del giorno, tutti i giorni.


Spero di essere stato chiaro nell’ultima parte relativa ai giorni e agli orari migliori per pubblicare su Instagram. In ogni caso è una questione abbastanza relativa, però la matematica non è un opinione 😜 e io non sono una scheggia in materia, però fino a un certo punto ci arrivo anch’io a fare dei calcoli.

Se invece hai fatto degli esperimenti di orari e giorni che reputi assolutamente top da utilizzare per pubblicare su Instagram con la maggior efficacia, se ti va allora scrivili qui giù nei commenti, così possiamo aprire anche un argomento interessante e discuterne insieme 😉

 

Elementi immagine in evidenza: Freepik.com