6 applicazioni che ogni freelance-blogger dovrebbe avere | Download

Da buon appassionato di tecnologia sin dalla tenera età di 9 anni, oggi ti vorrei parlare di alcune applicazioni per smartphone che un freelance-blogger dovrebbe assolutamente avere per far fruttare al meglio la sua attività. Ci tengo a dire che sono il co-fondatore di un blog di tecnologia mobile in cui trattiamo più nel dettaglio la tematica geek, si tratta di cellulartopic.com (dacci un’occhiata, dopo però) 😉

Si sa che il lavoro del freelance è bello perché è un vero e proprio stile di vita. Non si diventa freelance dall’oggi al domani e, sopratutto, non così facilmente come potrebbe sembrare. Per alcuni basta avere un Mac, una connessione Internet e trovarsi su una qualsiasi isola felice.

Il lavoro del freelance è pieno d’impegni, è come se ci si scomponesse in più parti e si svolgessero più mansioni (a volte anche contemporaneamente, un po’ come avere il dono dell’ubiquità). Ma non divaghiamo, la vita da freelancer è bella!

Aspetta! Con “bella” non significa che si fa la bella vita, che è ben diverso. Ripeto, prima di decidere di intraprendere questa strada bisogna riconoscere in se stessi una forte determinazione e tanta, tanta,tanta passione e voglia di farcela.

Ora che ti ho fatto passar la voglia di pensare al freelancing, entriamo nel vivo delle applicazioni essenziali a un blogger (e non solo) freelance.

1-gOgni blog o sito che si rispetti ha al suo internet i feed RSS, cioè uno dei più conosciuti formati per la diffusione di contenuti web.

L’RSS definisce una struttura standard di notizie (nome autore, titolo, testo) leggibile da qualsiasi lettore compatibile. A questo proposito vorrei farti conoscere (se già non la conosci) Feedly. Si tratta di un’applicazione molto intuitiva e ben sviluppata che funge da aggregatore di contenuti web e li distingue per varie categorie.

[appbox appstore id396069556] [appbox googleplay com.devhd.feedly&hl=it] [appbox windowsphone 828699db-5ceb-473f-b186-b9a2505a29e2]

Grazie a Feedly potremo avere ben ordinate tutte le notizie dei blog/siti che più ci interessano e accedere alla lettura delle stesse in modo semplice e veloce, con la possibilità di condivisione sui social network. C’è anche la possibilità di ricerca siti in base all’argomento che più ci interessa e inserirli con un solo tap nei nostri feed.

 

2-gIl bello della vita del B-F è che a volte basta anche un iPad o tablet, uno smartphone o un PC per scrivere una bozza di articolo in qualsiasi posto ci troviamo e in qualunque momento. Una fantastica applicazione che funge da taccuino è Evernote. 

Grazie a questa applicazione ogni pensiero, ogni idea e ogni momento può essere salvato e archiviato sul nostro device. Inoltre grazie al servizio cloud è possibile usufruire dei contenuti salvati, su smartphone, anche da computer.

[appbox appstore id281796108] [appbox googleplay com.evernote&hl=it] [appbox windowsphone db21927d-f292-e011-986b-78e7d1fa76f8]

Evernote permette di scrivere in modo semplice e veloce qualsiasi cosa ci passi per la testa, anche creando un to do list o altri tipi di elenchi puntati, grazie all’apposita funzione. È possibile modificare le foto scattate, applicandoci su vari effetti, pennellate, frecce, ecc. Insomma un vero e proprio must have.

 

3-gPer chi una newsletter con il servizio MailChimp, non può mancare l’apposita applicazione per smartphone. Grazie a questa comoda applicazione è possibile verificare i nuovi iscritti e i vari reports con statistiche aggiornate in tempo reale.

[appbox appstore id366794783] [appbox googleplay com.mailchimp.mailchimp&hl=it]

Inviare le campagne tramite email agli iscritti. È possibile anche aggiungere nuovi iscritti direttamente inserendo il loro indirizzo email (ovviamente su loro richiesta, altrimenti vi odieranno).

C’è anche la versione per iPad MailChimp Editor da cui è possibile effettuare maggiori operazioni. Già dal nome si capisce che è possibile creare le campagne direttamente dall’app. Sicuramente molto più utile questa versione per iPad e tablet android.

[appbox appstore id690681881] [appbox googleplay com.mailchimp.neapolitan&hl=it]

 

4-gPer tutti quelli che hanno un blog o un sito su piattaforma WordPress (e credo la stragrande maggioranza) non si può non avere l’app di WordPress sul proprio smartphone. È un vero e proprio must have. In qualsiasi momento si ha la possibilità di lavorare su un articolo, modificare i contenuti, aggiungere immagini, tag, scegliere la categoria e decidere se pubblicare, mettere in bozze o programmare.

[appbox appstore id335703880] [appbox googleplay org.wordpress.android&hl=it] [appbox windowsphone 53000ba6-d101-4c95-abda-b67eb92c64a5]

Insomma, tutte le funzioni disponibili per poter lavorare tranquillamente in mobilità.

 

5-gGoogle Analytics è l’app per eccellenza per chi vuole avere sempre sotto controllo le visite e tutti i dati relativi al proprio blog o sito tramite il tool Analytics

[appbox appstore id881599038] [appbox googleplay com.google.android.apps.giant&hl=it]

Grazie a questa comoda applicazione sarà possibile verificare i dati della piattaforma Analytics. L’app è disponibile in versione free,. La consiglio per chi vuole avere sempre sotto controllo il proprio “pubblico” e migliorare la propria attività online come ho già scritto in questo articolo.

 

6-gIn ultimo e non meno importante, anzi tra i miei preferiti in assoluto, perché mi aiuta a organizzare bene il lavoro sui social, è Buffer. Molti utilizzano Hootsuite, ma io da amante della semplicità preferisco di gran lunga Buffer.

[appbox appstore id490474324]

La sua funzione è quella di programmare i post sui vari social network. L’app (come anche il sito) permette di scegliere fino a 5 orari differenti (versione standard) in cui programmare i post e decidere se ripeterli tutti i giorni, oppure scegliere quali giorni preferiamo.

[appbox googleplay org.buffer.android&hl=it]

Una cosa fondamentale da dire di Buffer è la possibilità di installare il plugin sul browser Google Chrome (quindi da PC). Questa funzione è utilissima perché si va a integrare a tutte le funzioni standard dei social.

[appbox windowsphone 1a8938a5-ab93-4f3b-b6f0-4508125b78b7]

Come puoi notare, nell’esempio riportato nelle immagini, troviamo la possibilità di programmare uno stato su Facebook, un Tweet, il RT di un tweet in cui siamo menzionati, un’immagine ecc.

buffer-on-facebook-

 

buffer-on-tweet-

 

buffer-on-image

 

Ecco! Trovo che quest’ultimo sia un aiuto fantastico per il lavoro da freelancer, che deve sempre fare tremila cose tutte insieme. Davvero un ottimo alleato.

Queste sono le applicazioni per smartphone che io maggiormente utilizzo e che reputo utili ai fini dell’attività di B-F. Sono sicuro che tu ne conoscerai ancora altre. Io sono qui, tutto “occhi” per leggere un tuo commento e scoprire quali sono le tue preferite. Magari qualcuna tra queste la conoscevi già, oppure no. Fammi sapere, e se ti va condividi 😉