Aziende e Instagram: due casi originali e di successo

I social network si fanno sempre più spazio nel mondo della comunicazione e negli schemi strategici di molte aziende. Sono super variegati i settori merceologici delle aziende che si impegnano a comunicare tramite i social network: abbigliamento, calzature, cucina, prodotti tech. Addirittura, oggi, anche i falegnami e gli artigiani hanno una pagina o un profilo sui social network.

Insomma, si tratta di una vera e propria rivoluzione. Ogni azienda, o privato che sia, è pronta/o a realizzare i propri obiettivi affidandosi a questi magici contenitori di notizie, divulgatori e catalizzatori della comunicazione.

Il social network per eccellenza rimane ancora Facebook, del nostro mitico Mark Zuckerberg. Nessuno riesce a spodestarlo, forse perché il capostipite o forse perché è davvero un colosso imbattibile. Resta il fatto che la piattaforma social più utilizzata per sponsorizzazione risulta essere proprio quella della famosa “F” bianco su sfondo blu.

E gli altri social network cosa fanno? Beh sicuramente non stanno a guardare. La concorrenza e, infatti, altamente spietata. Ogni giorno ci sono rivoluzioni d’innovazione; nuove funzioni su un social si ripercuotono improvvisamente sugli altri, come una reazione a catena. Nessuno rimane molto indietro.

• We love Instagram • #instagram #instalove #instamood #igers #igersroma #igersitalia #creativity #color #picture #lens

Una foto pubblicata da Marko Morciano (@markomorciano) in data:

 

Instagram: cosa e perché

Uno tra i social che sta emergendo fortemente è Instagram, si tratta di una community di appassionati “fotografi” e non, che si basa principalmente sulla condivisione di immagini e video. Che siano illustrazioni, fumetti, paesaggi, foto di moda, ecc, Instagram sta riscuotendo una gran popolarità, e molte aziende se ne stanno rendendo conto. Proprio ieri infatti, Instagram, ha pubblicato un’immagine in cui annunciava il raggiungimento di 300 milioni di utenti.

Instagram nasce nel 2010 e, a differenza di tutti gli altri social, si tratta di un’applicazione mobile, che ha reso così conosciuta la mobile photography, incitando sempre più persone a iscriversi e pubblicare i propri scatti, le proprie storie, creazioni, collezioni ecc.

Sappiamo tutti che un’immagine vale più di mille parole, ed è proprio il caso di Instagram. Le aziende ad aver colto le potenzialità di questo social sono davvero tante. Infatti, dietro ogni immagine pubblicata da un brand, come ad esempio IKEA (come vedremo nel caso che segue), ci sono migliaia di like e commenti scaturiti da fan della marca.

 

Instagram per il business

Instagram stesso si è reso conto di quanto le aziende abbiano “preso di mira” i social network ed è proprio per questo che è stata creata una sezione ad hoc, dove sono presenti tutti i casi più interessanti di aziende che lo hanno utilizzato.

I suggerimenti e i consigli che mi sento di darti sono i seguenti:

ul Cerca di conoscere bene il tuo target, capire quali sono i gusti, gli interessi, cosa lo appassiona e cosa non gli interessa (in modo da evitarlo se possibile);

ul Condividi esperienze e notizie in anteprima assoluta: ad esempio se è previsto il lancio di un nuovo prodotto, per una nuova collezione ecc, cerca di incuriosire i “follower”, il target, pubblicando delle foto che facciano intendere qualcosa, ma che non svelino completamente la novità;

ul Mantieni un tono di voce più vicino possibile ai clienti, quindi non troppo istituzionale, né esageratamente frivolo, ma il giusto, amichevole;

ul Rispondi sempre ai commenti e alle domande che gli Instagramers postano sotto le foto;

ul Pubblica con una frequenza regolare, rispettando un calendario editoriale. In questo modo i seguaci sapranno già quando è l’ora della novità, della nuova foto e di chissà quale nuovo prodotto. Di solito su Instagram gli orari più ottimali sono in mattinata (8:30), ora di pranzo (13:45) e cena (20:15);

ul Scrivi una didascalia appropriata che descriva bene il contenuto dell’immagine e che utilizzihashtag attinenti al tema della foto;

ul Organizza minicontest per incrementare la brand awareness e diffondere il valore del brand, che dev’essere sempre ben in linea con ciò che viene espresso tramite le immagini;

ul Non dimenticare che anche i video sono un mezzo molto potente messo a disposizione da Instagram da un po’ di tempo ormai. Sicuramente anche la qualità di questi ultimi e delle immagini è rilevante ai fini di una buona strategia di comunicazione;

ul Infine, quello di cui volevo parlarti prima è l’uso creativo di Instagram utilizzando una struttura basati sui tag, che fungono da collegamenti, dando la possibilità di navigare all’interno dei vari prodotti di un catalogo.

 

Caso IKEA Russia

L’ultimo suggerimento è davvero stimolante. Infatti, mi ci vorrei soffermare per descrivere un esempio che ha saputo sfruttare i tag di Instagram per una comunicazione davvero originale.

L’azienda che ha saputo cogliere nel segno è IKEA Russia. Il catalogo di IKEA è il mezzo più forte di comunicazione sul quale l’azienda punta da sempre, ma questa volta ha voluto stupire utilizzando le immagini digitali di un social network molto frequentato, condividendo immagini della collezione di prodotti e sfruttando i tag per creare percorsi studiati tra i vari articoli presenti in catalogo.

Ecco come ha fatto:

È stato creato l’account @Ikea_ps_2014. La genialità sta nello sfruttare la tradizionale griglia di immagini, ciascuna per ogni quadrato, che insieme formano il catalogo online. Per accedervi basta semplicemente cliccare sulla fotografia e appariranno sulle immagini i tag corrispondenti a ogni prodotto presente su di esse, con la relativa didascalia.

ikea-russia-instagram

Cliccando su ogni tag si può accedere a prezzi, misure, offerte e anche la possibilità di guardare brevi video sul montaggio e sul corretto utilizzo del prodotto. Infine, su ogni foto è ripetuto il tag dell’account “iniziale”, che serve per ritornare direttamente alla “Home” principale, se così si può simpaticamente definire.

Questo è un modo davvero originale di comunicazione su Instagram, ma va detto che il canale ufficiale di IKEA Italia sfrutta comunque il social network, postando (in modo semplice) fotografie e immagini dei nuovi prodotti e di nuove offerte periodicamente, riuscendo a mantenere l’utente costantemente aggiornato.

 

Caso Daniel Wellington

Un altro esempio di utilizzo di Instagram, da parte di un’azienda per aumentare la propria notorietà, è la nota marca di orologi Daniel Wellington, che attualmente conta più di mezzo milione di followers.

La strategia, che ho conosciuto più da vicino con gli orologi Daniel Wellington, consiste nell’omaggiare gli utenti su Instagram che hanno una forte influenza, quindi principalmente fashion blogger, ma anche utenti “più comuni”, quindi distanti dal fashion, ma che hanno un gran numero di followers.

Daniel Wellington instagram

In questo modo DW ha omaggiato di un orologio a scelta i followers più influenti, richiedendo in cambio la pubblicazione di 4/5 foto sul proprio account Instagram, in cui sia ben in vista il DW e sia menzionato nella didascalia il loro profilo @DanielWellingtonWatches, con tag sulla foto.

Puntando così a far crescere la brand awareness. Infine, offrendo uno sconto del 15% sull’acquisto di un orologio o di un accessorio targato DW.

Inoltre invoglia anche gli utenti “prescelti” a fare delle foto creative in modo tale che le più belle siano pubblicate direttamente dal profilo ufficiale di DW con menzione dell’autore. Così facendo l’autore della foto più bella avrà anch’esso un’importante visibilità, visti i mila follower di DW.

Questi sono solo alcuni dei casi in cui Instagram è stato utilizzato per il business aziendale. Ma sono altri e tanti i casi in cui viene utilizzato per far conoscere propri lavoro. Come dicevo inizialmente i settori sono variegati, dalla cucina, alla fotografia, alla creazione di illustrazioni, disegni e quant’altro possa essere catturato e mostrato in una foto.