Siviglia in 3 giorni: cosa vedere e dove mangiare

Shares

Appena tornato dalla Spagna, precisamente da Siviglia con il progetto #HelloYellow di Vueling, eccomi qui a raccontartela per come l’ho vissuta! Questo viaggio di 3 giorni in Siviglia mi ha smosso delle sensazioni positive e contrastanti e prima di ripartire nuovamente per la Spagna (domani), eccomi qui a raccontarti la mia esperienza e i miei consigli su cosa vederedove mangiare a Siviglia 🇪🇸

Questa è stata la mia terza volta in Spagna, c’ero già stato due volte, a Barcelona, e qui puoi dare un’occhiata al racconto della mia recente avventura in un’altra bellissima città di questa calda nazione.

Siviglia mi ha inizialmente stupito, nel senso che eravamo pronti a giornate di sole con 20 gradi, ma il primo giorno c’è stata nebbia fino alle 14, e col senno di poi sono contento perché ho visto la città anche da un punto di vista più “malinconico”, visto che è una città stra-colorata e solare. Inoltre Siviglia è stata eletta secondo Skyscanner tra le 20 città del 2016 assolutamente da visitare.

Alcuni consigli sui trasporti pubblici per muoversi a Siviglia

Appena atterrati in aeroporto, con il nostro aereo tutto giallo di Vueling ✈, abbiamo preso il taxi per andare dritti dritti in hotel. Consiglio vivamente il taxi perché costa intorno ai 22 euro, ed è molto più comodo rispetto al bus, che porta alla stazione in città (vicino Torre Sevilla) ed è stra-colmo di gente oltre a impiegarci circa 40-50 minuti.

Siviglia è una città mediamente piccola, anche se è tutto relativo, quindi i mezzi pubblici non sono proprio super efficienti, non parlo di puntualità (quella impeccabile), ma in termini di spostamenti. Essendo il centro storico molto grande e le vie molto strette, gli autobus possono arrivare in punti sempre molto esterni della città, per il resto c’è da camminare a piedi o pedalare in bici 🚲  che è sempre piacevole.

Noi abbiamo acquistato una card di 5 euro, con cauzione di 1.50 euro, che offre un forfait di viaggi, partendo da 5 euro ogni volta che si sale su un bus e si timbra (obbligatoriamente) ti vengono scalati dei centesimi. Più o meno si possono prendere 5/6 bus/metro. Riguardo la metro non posso parlare, ma a noi non ci è mai servita 🚶🏻‍♂️🚶🏻‍♂️

Altrimenti il prezzo di un singolo biglietto è di 1.40 euro. Quindi se fai due conti conviene fare la card. Ma tanto sono sicuro che macinerai km e km a piedi o in bici, perché diversamente è impossibile 😜

E sconsiglio di affittare una macchina perché le vie del centro, come dicevo, sono davvero molto strette.

 

Cosa vedere a Siviglia in 3 giorni

Siviglia si lascia amare e ha davvero tante cose da vedere. Inizialmente penserai che sia una città piccola, ma in realtà è davvero ricca e immensa. Un mix di cose tipiche del posto ti travolgeranno: il flamenco, le tapas, le stradine colorate, le maioliche, il sole e il Guadalquivir 😍. Vabbè sarebbero troppe le parole chiavi per descrivere Siviglia.

Partiamo per ordine e vediamo quali sono i luoghi assolutamente da non perdere (secondo me e il mio ordine 😂):

Plaza de España

Plaza de España è una delle piazze più grandi d’Europa, e io aggiungerei anche più caratteristiche, visto che è perfettamente speculare (a semi ellisse) e attraversata da un canale in cui si può anche navigare 🛶 😂

Con al centro una grande fontana che spacca in due l’intera piazza.

Insomma un vero spettacolo da vedere assolutamente. Infatti è stata la prima tappa del primo giorno, in cui abbiamo beccato una nebbia pazzesca e quindi siamo ritornati a vederla col sole ☀ (ecco perché nelle foto ci sono cieli differenti) 😂

Universidad de Sevilla

L’università penso sia quella che tutti vorrebbero! L’abbiamo visitata di sabato, per cui libera da studenti e completamente deserta negli spazi interni. Io mi sono innamorato di uno spazio interno che sembrava una dama, per chi mi ha seguito nelle stories di Instagram avrà potuto notare la mia faccia da bimbo felice per le geometrie 😍 infatti è il posto in cui ho scattato più foto, tipo 50, tutte simili ovviamente 😂

Un post condiviso da The other Marko (@theothermarko) in data:

L’università si trova vicino a Plaza de España, non per niente ne ho parlato subito dopo 😜, ed è molto centrale, vicino al Royal Alcazar de Seville, che vedremo più tardi 😉

L’universidad de Sevilla ovviamente la domenica è chiusa e non è possibile accedervi.

 

Metropol Parasol (Las Setas de Sevilla)

Una delle attrazioni di Siviglia che non vedevo l’ora di visitare è proprio il Metropol Parasol, una struttura in legno realizzata dall’architetto tedesco Jurgen Mayer. L’architettura è super irriverente rispetto al contesto in cui è situata, e l’ho amata proprio per questo. Fuori dagli schemi, dall’ordinario.

Si può accedere al livello più alto pagando un ticket di 3 euro (i bambini sotto 12 anni entrano gratis), qui si potrà ammirare un belvedere su tutta la città e si può anche vedere la mitica Cattedrale di Siviglia, che vedremo con calma più tardi 📸

Metropol Parasol è aperto alle visite tutti i giorni dalle 10 alle 23 e il venerdì e sabato fino alle 23:30.

Basilica della Macarena

La basilica della Macarena l’ho scoperta proprio cercando i luoghi da visitare mentre eravamo in loco, non ho saputo resisterle perché ovviamente a una qualsiasi architettura che abbia il giallo Ayellowmark addosso non posso dire no 💛

Purtroppo noi abbiamo trovato non solo i lavori in corso (tremendi), ma anche la gente all’uscita della messa domenicale. Ecco perché non ho potuto fare grandi foto qui 😢

 

La Cattedrale di Siviglia

Finalmente è arrivato il momento di uno dei mostri sacri di Siviglia, e cioè proprio la Cattedrale, maestosa e imponente. La visita alla Cattedrale è possibile dalle 8 alle 14 e dalle 16 alle 19 e il prezzo per visitarla (insieme alla Giralda) è di 9 euro. Onestamente ho cercato gli orari su Internet, ma ce ne sono diversi. Io però posso dirti sicuro che alle 14 era chiusa e alle 17 aperta, quindi credo che siano attendibili quelli scritti qui su 😉

Una volta entrati nel giardino interno, ci troveremo dal lato sinistro questa grande facciata, ed è da qui che è possibile accedere all’interno della cattedrale, dove ti perderai a guardare a testa in su e ammirare con stupore, così 😍

 

La Giralda

Te ne ho parlato poco fa, e la vediamo subito. Sempre dall’interno della Cattedrale è possibile accedere alla salita (senza ascensore e senza scale) che ti porterà dritto dritto alla vista che puoi ammirare dal centro di Siviglia, quella della Giralda è una cosa da fare assolutamente!

Dai dai, continua a salire che ci sei quasi! Su ogni piano noterai di fronte a te un numero in alto, se non ricordo male sono 30 in tutto. Quando sarai vicino a quel numero significa che sarai vicino al traguardo 😂

Da qui è possibile ammirare tutta la città dall’alto.

I giardini di Alcázar

Finalmente siamo arrivati ai tanti famosi e conosciuti giardini di Alcázar. Probabilmente se sei un accanito fan, come me, di Game of Thrones, saprai già che qui sono state girate alcune delle scene di una casata della serie TV più famosa di sempre. Ma vabbè, tolto questo momento nerd, ti dirò che c’è anche un altro posto di Siviglia in cui hanno girato delle scene della stessa serie TV 🎬 ok ora basta davvero 😂

I Giardini si trovano proprio a due passi dalla cattedrale e la fila è sempre piuttosto lunga, ma scorrevole. Gli orari di visita sono dalle 9:30 alle 17 tutti i giorni nei periodi invernali, mentre per i periodi estivi a partire da Aprile e fino a Settembre la chiusura è per le 19. Il costo del biglietto d’ingresso è di 11.50 euro. I ragazzi sotto i 16 anni entrano gratis e ci sono altre agevolazioni, che ti consiglio di vedere sul sito ufficiale.

Io ti consiglio assolutamente di prenderti almeno un’ora e mezza di tempo se vuoi vederli bene, perché sono davvero immensi e attenzione a non perderti nel labirinto 😍, che io ho amato follemente.

 

Torre del Oro

Torre del Oro, da non confondere con la mia Torre dell’Orso salentina 😂, è una piccola torre che si trova proprio sul corso che affianca il Guadalquivir e a cui si può accedere per vedere il museo navale e la vista dall’alto sul fiume. Il prezzo del biglietto è di 3 euro e chiude alle 18:45.

 

Casa de Pilatos

Casa de Pilatos o de Pilato, ancora non mi è chiaro se la “S” c’è o meno 😂, è molto simile ai Giardini di Alcázar, ma in versione ridotta, tipo scala 1:20 per intenderci meglio. Il prezzo del biglietto è di 8 euro solo il primo livello, altrimenti 10 completo, compreso in entrambi i casi di audio guida. Gli orari di visita sono 9 – 18 e il tempo per visitarla è poco meno di un’ora.

 

Plaza de Toros

La Plaza de Toros è una delle ultime attrazioni che abbiamo visitato, ma non perché meno coinvolgente, anzi, forse proprio quella che ti emoziona di più, perché insieme all’audio guida entri in un livello empatico con il toro e scopri un mondo meraviglio di relazioni tra tori e toreri. Secondo me molto appassionante.

Il prezzo del biglietto è di 8 euro e include l’audio guida. Gli orari di visita sono dalle 9 alle 19 e in estate fino alle 21.

Ho amato troppo Plaza de Toros e il racconto della storia dei toreri e dell’amore che intercorre tra loro e i tori. È come una relazione di due innamorati, lo so che sembra assurdo a crederci, ma quando ci si trova lì è come se si rivivessero davvero i momenti del passato, immaginando di essere insieme ai toreri e ai tori, tra la folla 🐂

 

Quartiere Triana

Questo quartiere è molto conosciuto a Siviglia per la dominazione Gitana e Rom, un quartiere che si trova dall’altra parte del fiume e solitamente ci si può arrivare attraversando il Ponte Isabel. Una volta arrivati si può subito notare il Castillo de San Jorge, il mercato e la Plaza de Altozano.

Triana è un quartiere bellissimo. Sembra di stare in un mondo a parte. Locali tipici, bar che trasudano la storia del quartiere, come il bar Santa Ana, troppo caratteristico 😍


 

Ecco, finito il viaggio tra le meraviglie da vedere a Siviglia, ora vorrei spostare l’attenzione sul cibo e vorrei consigliarti alcuni posti (secondo me buonissimi) dove mangiare, sei pronto/a? Andiamo!

Dove mangiare a Siviglia

Diciamo che in Spagna sappiamo tutti che le tapas sono sacro sante e onnipresenti, praticamente stanno ovunque. Quindi per 3 giorni a Siviglia abbiamo cercato di variare un po’ e assaggiato anche altro, scoprendo dei posti consigliati da alcuni amici di Siviglia e rimanendo mooolto soddisfatti.

Bar Antojo

Straconsigliato da tutti e stra-pieno (anche se era venerdì sera). Abbiamo aspettato circa mezz’ora, dopo essere stati inseriti nella wait list, ma ne è valsa la pena.

Abbiamo ordinato in tutto 6 tapas, presi dalla fame e non abbiamo mangiato proprio tutto tutto, perché questi spagnoli mettono le patate ovunque 😂 e le patate si sa, sono carboidrati che impegnano non poco.

Comunque di tutte le tapas ordinate mi sono innamorato dell’Ensaladilla 🍤

 

La Chála

Per pranzo abbiamo scelto un posto moooolto carino, esteticamente il locale più bello di tutti. Tutto colorato con colori pastello e contrastanti. Personale super educato e parlavano anche italiano. Ci hanno consigliato un piatto del menù del giorno, cioè vermicelli in Paella con seppia. Devo dire che il sapore era abbastanza forte, ma sicuramente un piatto tipico.

PS. non sono sicuro che fosse Paella vera e propria, ma il tipo del locale ce l’ha venduta così ahahah 😂

 

El Quinquel

Un altro posto che mi è piaciuto molto, sempre non tanto affollato (come la Chála) e molto elegante è El Quinquel. Qui abbiamo ordinato di nuovo un po’ di tapas, ma anche una super tartar di tonno con guacamole che non potevo non assaggiare 😍

 

Seis Tapas Bar

Ecco. Questo posto è l’esatto posto che io preferisco. Informale al punto giusto, super centrale e di quelli che sembrano super costosi, poi entri e vedi che è stupendo come lo immaginavi, ma accessibilissimo, con piatti pazzeschi e personale super educato e cortese.

Il cameriere è stato così gentile da consigliarci di prendere meno portate perché erano molto abbondanti, e infatti aveva proprio ragione. Quindi abbiamo ordinato solamente un’insalatona con pollo e bacon e il riso con funghi e anatra.

Che dire? Paradossalmente è stato il posto più figo di tutti, più centrale, più buono e più economico (abbiamo speso 23 euro qui). Per me ha vinto lui. Poi non dire che non te l’ho detto 😜

 

Kukuchurro

Non potevano mancare i Churros di Siviglia e quindi eccoli qua! 5 Churros 3.50 euro da Kukuchurro (ce ne sono vari in vari punti della città). Sicuramente i Churros più buoni mai mangiati. Ovvio, l’olio c’è, la frittura c’è, quindi non potevano che essere illegali e buoni 🐖

 


Concludiamo questo lunghissimooooo post, forse credo sia il mio racconto più lungo di tutti sul mio blog. Però se tu sei arrivato/a fin qui hai tutta la mia stima. Spero che possa almeno esserti utile se deciderai di visitare Siviglia oppure se decidi di ritornare perché ti sei perso qualcosa di bello 💛

Invece quello che non mi ha convinto o che mi ha lasciato perplesso di Siviglia è che quasi tutte le persone con cui abbiamo avuto a che fare, soprattutto nei ristoranti non sapevano nemmeno tre parole in inglese e quindi per fortuna ci siamo comunque fatti capire direttamente inventando lo spagnolo 😂 (Poi dicono che l’Italia è il paese messo peggio con la lingua inglese…).

Per il resto autobus poco efficienti (ma per colpa delle stradine strette del centro), infatti alcuni passavano internamente con un altra tipologia di autobus molto più piccolina e con posti ridotti. A parte queste piccolezze Siviglia è sicuramente un posto da vedere.

Immagine in evidenza: Vector open stock

Potrebbero interessarti anche:

Barcelona in 3 giorni: cosa fare e cosa vedere
Una settimana in Belgio: cosa vedere e cosa mangiare
Qualche consiglio sulla vacanza in Croazia